Umidità da risalita perché intervenire correttamente

Umidità da risalita: perché intervenire correttamente

L’umidità di risalita, o umidità ascendente, appare nel momento in cui manca, oppure è inadeguata, l’impermeabilizzazione, sia orizzontale che verticale. Quelle che sono le molecole d’acqua, sfruttando il fenomeno della capillarità, risalgono la parete, trasportando i sali minerali lungo la muratura. Questo fenomeno può presentarsi sia sulle pareti esterne che interne, soprattutto al piano terra o a quello interrato. Nelle prossime righe vedremo insieme tutto quello che c’è da sapere in merito, e come porre rimedio all’umidità di risalita.

Umidità di risalita

Come anticipato, l’umidità di risalita è un fenomeno che si manifesta nel momento in cui manca un’impermeabilizzazione, oppure questa non è stata realizzata in maniera ottimale. Tale fenomeno può presentarsi sia sulle pareti esterne che quelle interne nei piani inferiori delle abitazioni, ma anche altre zone possono essere colpite, ad esempio il pavimento. Nonostante quello dell’umidità di risalita sia un problema comune a moltissime abitazioni, molte persone sono ancora legate ad alcuni luoghi comuni sbagliati sulla possibile soluzione da adottare.

Purtroppo, per quanti sforzi possano essere fatti per arginare il fenomeno, spesso si perde la battaglia per una mancata cura delle misurazioni preliminari. In commercio infatti possiamo trovare moltissimi prodotti che promettono di eliminare il problema, ma oltre a non riuscirci, spesso nascondono solamente la parte visibile ad occhio nudo dell’umidità di risalita. Nonostante questo, è opportuno sapere che sconfiggere l’umidità ascendente è possibile, grazie ad alcuni materiali bioedili, capaci di invertire quella che è la risalita dell’umidità, così da restituirla al terreno.

Umidità di risalita: analisi strumentale

Non tutte le manifestazioni di umidità devono essere considerate da risalita, e in alcuni casi non è nemmeno escluso che questa possa convivere con altre forme analoghe. Per determinare la causa corretta del fenomeno, si deve provvedere ad un’analisi strumentale dei muri, attraverso alcuni apparecchi all’avanguardia. Solamente una volta compiute tali rilevazioni, sarà possibile determinare con esattezza l’entità del problema, e scegliere la soluzione corretta al problema. In altre parole, l’errore più comune che si può fare in presenza dell’umidità di risalita, è quello di affrontarla in maniera generica.

Soffermandosi infatti solo sull’eliminazione della muffa, sull’annerimento delle pareti, o su qualsiasi altro sintomo in generale, non si arriverà alla risoluzione del fenomeno. Qualsiasi accorgimento in tal senso, diventerà solamente un semplice palliativo che perderà di efficacia in pochissimo tempo. Per comprendere meglio la situazione, basti pensare che alcune manifestazioni di umidità da risalita, possono derivare da piccole perdite delle tubature dell’edificio. Con questo presupposto, appare ovvio come intervenire sul problema senza eliminare la causa dello stesso, sia totalmente inutile.

I motivi per cui si deve intervenire correttamente sull’umidità di risalita, affidando il compito a professionisti del settore, sono molteplici. Alcuni di questi motivi riguardano l’integrità dell’edificio in generale. L’umidità ascendente infatti, può causare danni ingenti alle opere murarie, e non fermarsi solamente al deterioramente dell’intonaco. In seconda battuta, troviamo i motivi che riguardano gli abitanti dell’edificio. Umidità e muffe, soprattutto per i soggetti più sensibili come anziani o bambini, o per coloro che soffrono di allergie, possono portare a conseguenze di salute davvero molto gravi.

Articoli correlati

Inizia a scrivere il termine ricerca qua sopra e premi invio per iniziare la ricerca. Premi ESC per annullare.

Torna in alto