I ricostituenti naturali per la stanchezza cronica

I ricostituenti naturali per la stanchezza cronica

La sindrome da stanchezza cronica è una condizione fisica e psicologica che può causare non pochi problemi nella vita quotidiana. Chi ne soffre, sperimenta una costante sensazione di stanchezza e spossatezza, unita spesso a dolori muscolari e sensazione generale di malessere paragonabile ai sintomi dell’influenza. Le cause possono essere molteplici e non esiste un unico rimedio, ma è possibile agire sull’insieme delle possibili cause per trovare sollievo e rigenerare le energie perdute.

Stanchezza cronica: da cosa è dovuta?

Il nome scientifico della sindrome da stanchezza cronica è “encefalomielite mialgica”. Questo termine sta ad indicare una correlazione tra lo stato di spossatezza cronica e una possibile infiammazione dei tessuti del cervello e del midollo spinale, che comportano anche costanti dolori muscolari. Non si può definire una causa specifica per la sindrome da stanchezza cronica ma piuttosto delle concause. E’ stato infatti ipotizzato che questa condizione possa dipendere da:

  • Difetti del sistema immunitario: in molti soggetti in cui è stata osservata la sindrome da stanchezza cronica sono state riscontrate anomalie nel funzionamento del sistema immunitario
  • Sbilanciamento ormonale: un’altra condizione frequentemente associata alla stanchezza cronica è un cattivo funzionamento degli equilibri ormonali, in particolare quelli regolati dall’asse ipotalamo-ipofisario, che agiscono sul controllo della ghiandola surrenale
  • Stress e traumi emotivi: una significativa percentuale di soggetti coinvolti da stanchezza cronica hanno recentemente vissuto situazioni di forte stress o eventi traumatici che potrebbero essere alla base delle manifestazioni cliniche

Come riprendersi dalla stanchezza cronica in maniera naturale?

Come abbiamo detto, non esiste un unico motivo che determina l’insorgenza della stanchezza cronica. Per tale ragione, per ottenere i massimi benefici, occorre agire su tutte le possibili cause adottando i rimedi più appropriati.

Innanzitutto bisogna sforzarsi di assumere uno stile di vita regolare, evitando situazioni stressanti e ponendo attenzione ai ritmi sonno/veglia. Evitare pisolini durante il giorno e sforzarsi di concentrare il riposo nelle ore notturne può aiutare a migliorarne i benefici e garantire i processi autoriparativi del cervello che avvengono durante il sonno. Anche se può sembrare un controsenso, l’attività fisica può essere d’aiuto a recuperare dalla stanchezza cronica perché le endorfine rilasciate dopo uno sforzo hanno un ineguagliabile effetto antistress. L’attività fisica smuove meccanismi ormonali e biochimici, ci aiuta ad aumentare la massa muscolare e dunque ad avere più energia, riduce lo stress. L’azione benefica dell’attività fisica è dimostrata da numerosi studi riguardanti la stanchezza cronica, non è dunque un aspetto da sottovalutare

Agire sugli squilibri ormonali

Lo stress può essere anche collegato al cattivo funzionamento della ghiandola surrenale, da cui può dipendere un inadeguato controllo dei livelli di glicemia nel sangue. Per aiutare l’organismo a combattere questa condizione, è bene mangiare poco e spesso. Un piccolo pasto ogni tre ore è l’ideale per evitare picchi glicemici che possono contribuire ad infiammare ulteriormente il surrene. Per lo stesso motivo, è meglio evitare carboidrati a elevato indice glicemico e ricordarsi di fare sempre colazione. Consumare con regolarità frutta e verdura può essere ulteriormente d’aiuto per controllare i livelli glicemici.

Quali sono gli integratori migliori che stimolano il sistema immunitario?

Per aiutare il sistema immunitario, la cui inefficienza potrebbe essere alla base della stanchezza cronica, è bene consumare alimenti ed eventualmente integratori che ne facilitino la funzionalità. Tra questi, alimenti ricchi di glutadione (come asparagi, spinaci, pomodori, mandorle) Vitamina C (agrumi, broccoli, cavoli), Vitamina D (Pesce grasso o olio di fegato di merluzzo) e Vitamina E (olio di oliva e altri oli vegetali) sono utili per le capacità antiossidanti, eventualmente coadiuvati da estratti di erbe come l’echinacea o l’uncaria, capaci di stimolare beneficamente il sistema immunitario.

Per quanto riguarda la dieta alimentare, cerchiamo sempre di preferire dei cibi “light” e poco elaborati ricchi di vitamine e minerali; di ferro per contrastare l’anemia. Frutta e verdura devono essere in questo senso alleati principi del nostro regime alimentare così come i cereali integrali come ad esempio il riso.

Articoli correlati

Inizia a scrivere il termine ricerca qua sopra e premi invio per iniziare la ricerca. Premi ESC per annullare.

Torna in alto