Detrazione fiscale per le zanzariere: risparmio ed efficienza

Detrazione fiscale per le zanzariere: risparmio ed efficienza

Ciò che c’è da sapere sulla detrazione fiscale sulle zanzariere.

Alcuni lo chiamano bonus zanzariere, in realtà è l’insieme delle norme che regola il regime fiscale sul montaggio delle zanzariere e fornitura. Questi interventi fanno parte del bonus ristrutturazione e l’incentivo fiscale è riservato a chi installa zanzariere durante la ristrutturazione edilizia, e consente un risparmio anche grazie all’IVA agevolata al 10%. Bisogna presentare la richiesta al comune di residenza e richiedere al montatore che inserisca nella fattura il numero della pratica della ristrutturazione. Il pagamento va effettuato con bonifico perché deve essere rintracciabile e infine tali documenti vanno presentati in sede di dichiarazione dei redditi, così che il prezzo delle zanzariere venga ridotto del 50%. Questo è possibile grazie a un detrazione sul monte IRPEF, spalmata nei 10 anni successivi alla prima presentazione. Vediamo ora nel dettaglio in cosa consiste la detrazione fiscale sulle zanzariere (seguendo le indicazioni di https://www.shark-net.com).

Cosa significa detrazione fiscale sulle zanzariere

La detrazione fiscale consiste in una riduzione delle imposte per un importo pari al 50% della spesa sostenuta per l’acquisto e il montaggio di sistemi schermanti nonché per la rimozione di eventuali sistemi che già erano installati in precedenza ed altre opere accessorie: è detraibile ad esempio anche il compenso dato al tecnico incaricato per la predisposizione della pratica ENEA. In caso si vogliano sostituire i singoli elementi della zanzariere non è possibile beneficiare della detrazione fiscale.

Chi può beneficiale della detrazione

Costituendo un notevole risparmio, tutti vorrebbero usufruire della detrazione fiscale sulle zanzariere, e in effetti gli immobili di qualsiasi categoria catastale possono rientrarvi, purché esistenti, regolarmente accatastati e in regola con il pagamento dei tributi. Di conseguenza sono escluse le strutture che sono in costruzione oppure sottoposti a lavori di ampliamento o altre modifiche. Ogni persona fisica o giuridica può richiedere il bonus, l’importane è possedere a qualsiasi titolo l’immobile in questione. Per richiedere la detrazione fiscale è sufficiente presentare la domanda all’ENEA tramite il sito entro 90 giorni dal termine dell’opera, questo passaggio può essere effettuato dal beneficiario, quindi colui che paga l”installazione, oppure dal tecnico che si occupa di effettuare il lavoro.

Requisiti per le zanzariere soggette a detrazione fiscale

Sono molti i modelli di zanzariere fra cui scegliere poiché ogni finestra è diversa dall’altra così come ogni porta. Ma quali sono i requisiti per poter accedere al bonus ristrutturazioni per quanto riguarda le zanzariere? Innanzitutto esse devono essere fissate in modo stabile, quindi senza la possibilità di essere smontate e rimontate all’occasione. In secondo luogo esse devono proteggere una superficie vetrata che comunichi con l’esterno dell’edificio poiché la zanzariera deve fungere da schermatura solare; e devono essere regolabili in base alle necessità. Il modello acquistato deve inoltre essere provvisto di un valore inferiore a 0,35 per quanto riguarda il fattore solare totale dell’energia che si ottiene combinando il vetro e la zanzariera; ovviamente tali dati vanno certificati da un organismo autorizzato. Infine ovviamente deve trattarsi di un prodotto che rispetti le normative nazionali in materia di efficienza energetica ed essere provviste di marcatura CE.

Articoli correlati

Inizia a scrivere il termine ricerca qua sopra e premi invio per iniziare la ricerca. Premi ESC per annullare.

Torna in alto