integratori capelli

Come scegliere un buon integratore contro la caduta dei capelli

I capelli sono un vero e proprio biglietto da visita per chiunque e meritano di essere curati con premura ed attenzione.

Spesso, però, fare i conti con la caduta dei capelli è inevitabile e le cause possono essere molteplici. Infatti, lo stress, l’età, i cambiamenti stagionali, l’inquinamento atmosferico, gli sbalzi ormonali, ma alle volte anche una dieta molto restrittiva, sono solo alcune delle motivazioni che possono influenzare la salute dei capelli e peggiorare nel tempo il loro stato.

Accanto a queste, altre cause sono rintracciabili nella predisposizione familiare, così come in alcune patologie che interessano direttamente il cuoio capelluto.

Avere pochi capelli o assistere alla loro caduta progressiva, può determinare situazioni di disagio ed imbarazzo e, spesso, purtroppo questa situazione problematica tende a coincidere anche con la perdita della fiducia in se stessi.

Ecco perché chi vede la propria chioma sfoltirsi di giorno in giorno non desidera altro che una soluzione pratica e non invasiva per porre fine a questa sofferenza.

C’è chi desidera sottoporsi al trapianto e c’è chi, dall’altro lato, vorrebbe un rimedio più semplice, che sia magari anche rapido nell’applicazione è più alla portata di tutti.

Soprattutto negli ultimi tempi, la scienza e la natura si sono strette la mano ed, in completa sinergia, hanno trovato metodi efficaci ed adeguati per contrastare la caduta dei capelli.

Prima di tutto, per dare soluzione concreta a questa problematica, è necessario che il cuoio capelluto sia sano e produttivo, ovvero abbia la capacità di generare nuovi capelli forti e luminosi.

Di fatto, i tradizionali prodotti acquistabili in farmacia, come gli shampoo, lozioni, creme e balsamo anticaduta non sempre si rivelano efficaci e rischiano di rendere vani i sacrifici se non opportunamente combinati con sostanze specifiche che rappresentano un validissimo rimedio contro la perdita dei capelli: gli integratori per capelli di cui una ottima lista trovate sulla pagina dedicata del sito centronordsud.it.

Come scegliere quello giusto per noi

A tal proposito, grandissimo successo nel contrastare la caduta dei capelli e nel risanare il cuoio capelluto lo hanno gli integratori, che possono essere assimilati per via orale oppure topica con delle applicazioni ripetute ciclicamente per un determinato periodo.

Ma scegliere l’integratore per capelli più adeguato alla risoluzione della propria problematica non è cosa facile o scontata, ma potrebbe essere molto più complesso di come sembra.

Infatti, in commercio, ci sono tantissime tipologie di prodotti con differenti caratteristiche e per capire quale sia il prodotto che meglio risponde alle proprie esigenze, bisognerà fare una approfondita valutazione complessiva che tenga presente numerosi fattori.

Per prima cosa, è bene precisare che qualsiasi integratore per capelli deve necessariamente contenere tutte le sostanze indispensabili per la nutrizione del cuoio capelluto. Pertanto, gli integratori per capelli dovranno essere a base di biotina, zinco, rame, selenio, cheratina, cisteina ed una serie di vitamine, tra cui quella A, quelle del gruppo B e vitamina E, solo per citare alcune delle sostanze fondamentali.

Naturalmente, questi integratori per capelli sono ideali per il rafforzamento dei bulbi che sono diventati – per una serie di cause concatenate tra loro – poco produttivi o, addirittura, hanno completamente cessato la produzione.

È chiaro che gli integratori dovranno essere base necessaria dalla quale partire per una terapia vera e propria, Consigliata dagli esperti del settore, in alcuni casi a seguito di una visita specialistica.

Del resto, l’efficacia degli integratori è provata da appositi studi e ricerche scientifici che hanno dato risultati più che positivi sul capello, attivando un rapido ciclo di riproduzione dello stesso e donando maggiore forza.

Quando assumere gli integratori per capelli?

Ma quando devono essere assunti gli integratori per capelli?

Chiaramente, non si può pensare che in presenza di caduta di capelli gli integratori facciano miracoli in tempi brevi. Infatti, per ottenere grandi risultati bisognerà avere pazienza e assumere i prodotti per un ciclo di almeno 90 giorni.

Terminato questo periodo, generalmente, viene consigliato di sospendere l’assunzione degli integratori per circa due mesi, periodo superato il quale – se considerato necessario –  si possono riprendere per altri tre ulteriori mesi di trattamento.

Ad ogni modo, queste linee guida sono generiche e rappresentano delle indicazioni di massima: infatti, Sarà bene leggere attentamente il foglietto illustrativo o la confezione dell’integratore da utilizzare che spiegherà per filo e per segno le modalità e i tempi di assunzione del prodotto per l’ottimizzazione dei risultati.

In ogni caso, è sempre opportuno ascoltare il parere di un medico o, nei casi meno gravi, anche del farmacista che – sulla base della valutazione della problematica – consiglierà l’integratore più adeguato come rimedio per la caduta dei capelli.

Quali integratori per capelli scegliere?

Prima di ogni cosa, sarà opportuno identificare la causa principale della caduta di capelli dalla quale dipenderà, almeno in parte, la scelta dell’integratore più adeguato.

Ecco perché, di seguito, indicheremo quali integratori per capelli scegliere partendo proprio dall’individuazione della causa e dalla valutazione degli ingredienti di cui si compongono.

  • Caduta stagionale: come abbiamo già fatto presente, i cambiamenti stagionali possono provocare una massiccia caduta dei capelli. In questo caso, sarà necessario scegliere integratori specifici: dovranno contenere quantità importanti di vitamine, di minerali, di antiossidanti e di amminoacidi, sostanze alle quali viene affidato il compito di nutrire il bulbo in profondità. Ma per potenziare ed ottimizzare  l’azione di contrasto alla caduta dei capelli, accanto all’azione delle varie vitamine B5 e B6, al rame, allo zinco, al ferro ed all’acido colico, sarà indispensabile il ricorso alla biotina, ovvero la vitamina B8.

Chiamata anche vitamina H, la biotina è una sostanza vitaminica idrosolubile, indicata come rimedio perfetto ed efficace per proteggere i capelli.

Per scegliere un integratore di ottima qualità che possa porre fine alla caduta di capelli stagionale, bisognerà fare attenzione e controllare  che il prodotto contenga anche i cosiddetti “acidi grassi”, ovvero i vari Omega 3-6-9 che, invece, agiranno direttamente sui follicoli esercitando un’azione antinfiammatoria.

  • Cause ormonali: se i capelli cadono a causa di repentini sbalzi ormonali, allora gli integratori più efficaci saranno quelli a base di isoflavoni di soia che contribuiscono a stimolare in modo sottolineato la ricrescita. Questi ingredienti – secondo gli studi scientifici condotti – risultano simili agli estrogeni, i quali vengono impiegati, appunto, proprio come soluzione a questo problema.

Meglio ancora se gli integratori scelti contengono anche un estratto naturale di Serenoa repens che frena l’attività ormonale che risulta dannosa per i capelli, soprattutto in condizioni particolari come una diagnosi di alopecia.

Biotina, la vitamina che dona salute ai capelli: indispensabile nei trattamenti anticaduta

La salute del cuoio capelluto dipende anche dalla quantità di biotina presente nell’organismo. Qualora si dovesse riscontrare una carenza di questa vitamina, i capelli apparirebbero spenti, fragili e si romperebbero facilmente, aggravando la situazione relativa alla caduta e facendo scattare un vero e proprio campanello d’allarme per il benessere del cuoio capelluto. Ma perché è così importante assumere integratori a base di biotina? Semplicemente perché da essa dipende lo stato di salute dei nostri capelli. Per avere una chioma resistente e sana, è consigliato assumere integratori a base di biotina almeno per due volte all’anno con intervalli regolari di tempo. Del resto, è la biotina a regolare la produzione di cheratina, sostanza della quale sono composti, quasi per intero, i capelli.  

Insomma, più forte sarà la cheratina, più forti, luminosi ed in salute saranno i capelli.

Anche nel caso di diagnosi di disturbi come ad esempio la dermatite seborroica, la biotina è utilissima per contrastare L’infiammazione in atto in quanto agisce su eventuali accumuli di acidi grassi.

In conclusione, se si dovesse avere un problema come quello della caduta dei capelli, sarà bene intervenire prima possibile con integratori specifici ed efficaci a base di biotina e, nel caso in cui siamo gravi, sentire il parere di uno specialista.

Se si desidera avere una chioma bella, forte e luminosa, allora, è proprio il caso di trovare il rimedio giusto.

Insomma, ad ognuno il suo integratore!

Articoli correlati

Inizia a scrivere il termine ricerca qua sopra e premi invio per iniziare la ricerca. Premi ESC per annullare.

Torna in alto